Via della Chiusa, 107–16039 Sestri Levante(GE) - Tel. 0185/43247 – 0185/41076 - Fax:0185/456891 - email: mail@nattadeambrosis.gov.it

L’I.I.S. “G.Natta-G.V.Deambrosis” di Sestri Levante e di Chiavari nasce nell’a.s. 1971/72, come sezione staccata dell’I.T.I.S. “G.Giorgi” di Genova, con la denominazione di Istituto Tecnico Industriale Statale, sviluppando un progetto didattico orientato a soddisfare le esigenze formative legate alla vocazione produttiva del territorio di appartenenza, nei settori della meccanica, dell’elettronica e delle telecomunicazioni.

Diventato autonomo nel 1976, l’Istituto è intitolato a “Giulio Natta”, scienziato ligure insignito del premio Nobel per la chimica nel 1963.

Nell’anno 1996/97 nasce l’attuale I.I.S. “G.Natta-G.V.Deambrosis” dall’unione della sede di Sestri Levante con l’Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato di Chiavari, una presenza storica del Tigullio, a partire dagli anni Venti del Novecento, quando la regia scuola professionale ivi ospitata era dedicata a “Giuseppe Mazzini”.  

L’Istituto, nel suo complesso, si è sempre distinto nel settore dell’innovazione metodologico-didattica, accogliendo, e spesso prevenendo, le proposte ministeriali di riforma.

Nell’anno 1994/95 l’offerta formativa dell’Istituto si arricchisce di un nuovo indirizzo sperimentale: il Liceo Scientifico-Tecnologico, ora entrato in ordinamento con la nuova dicitura di Liceo ScientificoOpzione Scienze Applicate; si tratta di un Liceo Scientifico moderno, che coniuga una solida preparazione di base e specifica in campo scientifico e umanistico, con lo studio delle nuove tecnologie informatiche, che in questo curricolo subentrano all’insegnamento del Latino.

Nell’anno 2009/10, viene attivato, accanto al tradizionale Settore Tecnologico dell’Istituto Tecnico, anche il Settore Economico, con l’indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing, connotato con l’articolazione in Relazioni Internazionali, per meglio rispondere alle sfide della globalizzazione; dall’anno 2016/2017, suddetto corso prevede, fin dal primo anno, un potenziamento delle tre lingue comunitarie (Inglese, Francese e Spagnolo) e, a partire dal triennio, si arricchisce del percorso ESABAC, che permette il conseguimento di un diploma binazionale, valido cioè in Italia e in Francia, col superamento di un unico Esame di Stato finale che ingloba il Baccalaureato d’oltralpe.

Nell’anno 2013/14 si attiva nel Settore Tecnologico dell’Istituto Tecnico l’indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, che affianca gli indirizzi già consolidati di Meccanica, Meccatronica ed Energia e di Elettronica ed Elettrotecnica